CROTONE: STORIA, PRECEDENTI E CURIOSITA’

 

MATUTE CROTONE

 

Si chiamava Società Sportiva Crotona ed era il 1923. Questi nome e anno di origine dell’attuale Football Club Crotone, squadra che la Pro Vercelli affronterà nella prossima gara di campionato.

 

Su terra battuta e con vista sul mare ionio si giocano le prime gare di Prima Divisione calabra. A cavallo degli anni ’20 e ’30, il club cambiò diverse denominazioni. Nel 1945 l’Unione Sportiva Crotone viene guidata dall’ungherese Politzer, sfiorando l’approdo in B nell’anno successivo. Nel dopoguerra si susseguono i saliscendi dalla terza alla quarta serie. Al termine della stagione 1977-78 il Crotone (allenato per una parte della stagione da Gigi Maifredi, alla prima esperienza da tecnico di prima squadra) retrocede nella appena istituita C2, mentre l’anno dopo viene sancito il fallimento. Negli anni ’80, l’Associazione Sportiva Crotone riparte dalla Prima Categoria ma per tornare nel calcio professionistico bisogna aspettare la stagione 1986-87, anno in cui i calabresi ritrovano la Serie C2.

Il peggio sembra passato. Sembra, perché negli anni ’90 la società e il tifo locale devono far fronte a un nuovo fallimento. Si riparte con la solita trafila. Nella stagione 1999-00, il Crotone fa le cose in grande: arriva Cuccureddu in panchina e la rosa dispone di elementi di qualità come il portiere Generoso Rossi, il difensore Salvatore Aronica e anche dall’attuale tecnico della formazione Allievi della Pro Vercelli ovvero Vito Grieco. La stagione si conclude con una giornata di anticipo, con il Crotone che centra la prima storica promozione in cadetteria. Al termine di questa annata arriva anche il nuovo cambio di denominazione: il Football Club Crotone disputa subito due anni di B, salvo retrocedere e rimanere in C1 per un biennio. Segue una nuova promozione (2003-04) e una nuova retrocessione (2006-07), ma dopo l’ultima salita della stagione 2008-09 il Crotone è sempre una presenza fissa nel panorama della Serie B.

 

Attualmente la compagine rossoblu disputa le sue gare casalinghe allo stadio “Ezio Scida” che conta circa 9600 posti a sedere. Hanno vestito la maglia del Crotone anche diversi ex Pro Vercelli del passato: Vinicio Espinal ha giocato con i calabresi due anni prima di venire a Vercelli e contribuire alla promozione in B, mentre Federico Marchetti visse a Crotone la sua seconda stagione da professionista, dopo la prima delle due esperienze a Vercelli. Parlando invece dei tempi recenti, Kelvin Matute è reduce dall’esperienza triennale (a cavallo un anno a Latina) coi calabresi.

 

I precedenti risalgono al campionato 2012-13: la Pro Vercelli perse entrambe le gare disputate contro il Crotone. Dopo lo 0-2 subito al “Piola”, nel girone di ritorno seguì un 1-2, con la rete di Eusepi che non bastò per ottenere almeno il pareggio.

 

 

NELLA FOTO, KELVIN MATUTE AI TEMPI DEL CROTONE (Foto LaPresse)